Nell’ultima amichevole prima dell’esordio nel mondiale in Brasile, l’Italia di Cesare Prandelli supera la Fluminense, squadra brasiliana arrivata seconda in campionato, per 5-3. Protagonisti della serata Ciro Immobile e Lorenzo Insigne; il neo-attaccante del Borussia Dortmund, infatti, decide la partita con tre reti e due assist per l’ex compagno del Pescara.  

Cesare Prandelli abbandona il 4-1-4-1 messo in campo con il Lussemburgo e opta per un 4-3-3, con il tridente Immobile-Insigne-Cerci. L’Italia passa in vantaggio con una rete dell’attaccante del Napoli al 26′ del primo tempo ma dopo solo tre minuti Chiquinho segna il gol del pareggio. Le prime due reti non vanno in onda; durante la partita, infatti, trasmessa su Rai1, il collegamento salta nei 10 minuti in cui vengono mess a segno i primi due gol. E’ Immobile a sbloccare il risultato  con una rete al 34′ ma Carlinhos porta la squadra brasiliana sul 2 a 2 dopo soli 6 minuti di gioco. Nel secondo tempo l’Italia mette a segno tre gol nel giro di cinque minuti e i marcatori sono ancora loro, Immobile e Insigne. La terza rete della Fluminense arriva al 20′ della ripresa con Matheus Carvalho

Certezze e dubbi per Cesare Prandelli, che deve rivedere qualcosa in difesa dopo le tre reti subite; il 4-3-3, infatti, rende inevitabilmente vulnerabili gli azzurri. Ma davanti l’Italia funziona: la straordinaria forma fisica di Immobile e il feeling con Insigne lasciano ben sperare per l’attacco. Il ct ha schierato le riserve, dando la possibilità anche all’interista Andrea Ranocchia, riserva dei 23 selezionati per il mondiale, di scendere in campo. Ma nell’ultima mezz’ora fa nove cambi, lasciando spazio anche alla prima squadra, con Balotelli e Marchisio al posto di Immobile e Cerci, mentre al centrocampo  Aquilani, Thiago Motta e Parolo vengono sostituiti da Pirlo, De Rossi e Candreva