Studio Aperto è un tg fresco e veloce, effervescente, per i giovani di corpo e di spirito. E i giovani dentro e fuori non hanno mica tempo da perdere. Devono farsi i selfie, guardare tutorial su YouTube, ubriacarsi di short a mezz’euro l’uno, tweerkare tra di loro, emergere sui social network.

E poi a Studio Aperto ci lavorano soprattutto giovani giornaliste donne.

I servizi di Studio Aperto sono numerosi, e sembrano tutti montati da Flash Gordon. La soglia d’attenzione dell’utente standard riplasmato da anni di visione di Studio Aperto, si sa, è piuttosto bassa. Un pirata della strada ha investito un gruppo di bambini orfani in villeggiatura. È un rumeno clandestino, ubriachissimo e simpatizzante di Bin Laden. Il rumeno clandestino, jihadista e interista, ritwitta sempre i tweet del suo idolo calcistico, l’attaccante nerazzurro Icardi. Ricostruzione degli ultimi giorni di vita dei piccoli angeli, nonché intervista alla dama fatale del calcio italo-argentino, Wanda Nara, mentre si fa la doccia insieme a Mario Balotelli. In sottofondo il requiem di Albinoni e “Nord sud ovest est” degli 883.

Giro concitato di collegamenti dalle principali città italiane. È dramma nazionale. L’estate tarda ad arrivare. A Firenze, nonostante Renzi, sono soltanto 20 gradi. Meno 8 gradi dello stesso giorno dello stesso mese del 1994, ed era un caldo asciutto e ventilato. Non s’era mai visto un maggio così. Collegamento con un colonnello dell’Aeronautica, che sembra essere stato appena spedito dal trono di Uomini e donne e che trattiene, a stento, le lacrime. Dice che però domenica la colonnina di mercurio arriverà a lambire i 30 gradi, nelle regioni non rosse d’Italia. Tempo fa Pietro M., chiamiamolo così, sterminò la famiglia perché non gli passavano i soldi per la coca, gli abiti firmati e gli anabolizzanti. Adesso ha 40 anni e rotti, è bello, va a messa la domenica e chiede soltanto un reinserimento di rango in società. Collegamento video con Barbara D’Urso, che oggi pomeriggio lo intervisterà in esclusiva, e ha già un’acquolina schiumante agli occhi. Dramma in piscina. Per farsi un selfie, una milf rifattasi a immagine e somiglianza della criminologa Bruzzone è scivolata sul trampolino, ha sbattuto la testa e ha scoperto chi ha ucciso Pasolini e chi si celava veramente dietro i delitti del mostro di Firenze.

Collegamenti random con Cogne, Avetrana, Perugia, la Columbine High School e Garlasco, così, tanto-per. Gli One Direction fumano marijuana. Le immagini parlano chiaro. La giornalista, quasi in bikini, non si dà pace. In collegamento Carlo Giovanardi e l’ex vice-plenipotenziario del Psi Claudio Martelli. Sondaggio tra le gente: quante canne si son fatti in vita loro Alfano e Grillo? Intanto a Capalbio la colonnina di mercurio segna 68 gradi all’ombra. Il bel colonnello dell’aeronautica accenna un passo di danza della pioggia.

Una medium comunica con l’anima di Jack lo Squartatore che gli rivela che Formigoni e Quagliarello starebbero per perpetrare una strage in un noto resort del centro-nord. Sondaggio: è più brutto Alfano o Gianroberto Casaleggio?

Allarme Mucca Pazza 3, la vendetta. Il Principe William è stato avvistato in atteggiamenti intimi inequivocabili con Veronica Lario. Immagini in 16:9 di Veronica Lario, “non risparmiata dalla cellulite”, con la voce fuori campo di Alfonso Signorini, titolo del servizio “Veronica Crociere, la pancia non è acqua”. Intanto il premier Matteo Renzi si sarebbe innamorato della cancelliera Angela Merkel, con tanto di fuitina, per il bene dell’Italia, e dell’Europa. Lo assicura sempre Alfonso Signorini, che non svela le sue fonti: un gruppo Facebook, il principe Giovannelli, il blog Spinoza e lo staff di Massimo D’Alema.

Intervista esclusiva con Lady Matacena, ennesima vittima del malacarcere, che ha scritto alla Corte europea dei diritti del vip al gabbio: “Sono indignata. Pensate che ieri sera mi hanno costretta a mangiare un risotto mantecato al tartufo bianco e al Dom Perignon, quando io avevo chiesto espressamente che venisse bagnato con un Brut Cuvee Nicolas Francois Billecart del ’95”.

Sondaggio: è giusto che il “grande bibliofilo e maestro del pensiero Marcello Dell’Utri” venga estradato ingiustamente dal Libano? Immagini di repertorio di Enzo Tortora, Gandhi e Silvio Berlusconi mentre levita, in sottofondo, la colonna sonora morriconiana del film su Sacco e Vanzetti.

Entra in collegamento urgente il colonnello sempre più abbronzato dell’aeronautica militare, ammonendo che è in transizione sull’Italia un’improvvisa glaciazione, che abbasserà la colonnina di mercurio anche di 75 gradi. Non accadeva da 14 mila anni prima di Studio Aperto.