Nuovi indagati nell’inchiesta-bis per peculato sui fondi del Consiglio regionale sardo. Fra loro l’ex assessore Liori. Carabinieri e Guardia di finanza hanno notificato gli avvisi di comparizione ad alcuni nuovi indagati dell’inchiesta-bis sui fondi ai gruppi del Consiglio regionale sardo. Secondo quanto appreso, si tratterebbe di una decina di inviti a comparire, firmati dal pm Marco Cocco, a consiglieri regionali delle passate legislature, che farebbe salire così il numero degli iscritti sul registro degli indagati per peculato, attualmente fermo a 66 tra il primo filone e l’inchiesta bis.

“Oggi ho ricevuto l’invito del pmCocco a presentarmi come persona sottoposta ad indagini in relazione all’inchiesta dei fondi dei gruppi regionali”. Ad annunciarlo è lo stesso interessato, l’ex consigliere regionale e già assessore alla Sanità e al Lavoro, Antonello Liori, dirigente nazionale di Fratelli d’Italia. “Mi presenterò fiducioso davanti al magistrato, convinto di aver sempre speso i fondi nell’ambito dell’attività politico-istituzionale – ha detto Liori -. Ovviamente, come dirigente di Fratelli d’Italia, ho informato i vertici nazionali ed attendo le loro decisioni a tutela dell’onorabilità del Partito”.