“Non è un piano casa, ma l’ennesimo provvedimento che favorisce gli speculatori e le banche in un momento in cui sempre più persone non riescono a pagare un affitto”. I movimenti di Lotta per la Casa in presidio in piazza Montecitorio a Roma per contestare il Piano Casa del ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi che ha incassato il sì della Camera con il voto di fiducia. L’approvazione del decreto è stata accolta dai cori “Vergogna, vergogna” e dal lancio di uova e arance contro il Palazzo. “L’articolo 5 di questo vergognosa legge – dice un attivista – nega la residenza a chi vive nelle occupazioni e prevede il distacco di acqua e luce”. Dopo il presidio, i manifestanti hanno sfilato per le vie del centro di Roma in un corteo spontaneo scandendo slogan contro il ministro dell’Interno che nella stessa giornata ha presentato il Piano per Roma Sicura annunciando una stretta sui cortei  di Annalisa Ausilio