Se vogliamo mandare in Europa dei buffoni e chi ci fa vergognare, va bene, questa è una scelta. Il M5S ha già deciso di non far parte delle 4 famiglie e non conterà nulla, non servirà niente in Europa. Quindi, votate chi volete: Pd, Forza Italia o Ncd. Ma il voto al M5S è un voto sprecato”. Sono le parole del deputato Pd Alessandra Moretti, ospite de “L’aria che tira”, su La7. La parlamentare, capolista del Pd nel collegio Nordest per le prossime elezioni europee, sottolinea: “E’ bene che i cittadini italiani sappiano che dare il voto a Beppe Grillo significherà poco, perché il M5S ha deciso di chiamarsi fuori, esattamente come sta facendo adesso in Italia, senza partecipare mai a un dibattito o a un confronto”. E aggiunge: “Ormai in questi primi 12 mesi di attività parlamentare è emerso che ci sono due modi di fare politica: quella di chi, anche all’opposizione, come Forza Italia, decide che su certe questioni ci si deve sedere intorno a un tavolo e costruire insieme il cambiamento. E penso a tutte le riforme costituzionali che stiamo facendo con loro. C’è, però” – continua – “chi, come il M5S, continua a offendere, a insultare, a distruggere tutto, a dare dalle piazze una prospettiva per cui è addirittura meglio che l’Italia fallisca. Nelle piazze e nei mercati incontro gente e c’è una grande fiducia per questo governo e questa nuova classe dirigente”. Poi spiega: “Nel Nordest, dove sono candidata e che è la locomotiva del pil, Grillo è molto basso nei sondaggi, mentre il Pd è alto. Addirittura l’Associazione Artigiani darà fiducia al governo Renzi perché vede che c’è il tentativo di fare. Questo è significativo. Laddove c’è disperazione e non c’è speranza, c’è il tentativo di aggrapparsi a chi urla e parla alla pancia. Invece nel Nordest ci si affida a chi parla alla testadi Gisella Ruccia