Migliaia di persone nelle vie del centro di Roma per un corteo in difesa dei beni comuni e contro le privatizzazioni. Centinaia di bandiere per l’acqua pubblica “perché – dice un manifestante – a tre anni dal referendum in cui milioni di persone si sono espresse a favore dell’acqua di tutti non è cambiato nulla”. “Il tema dei beni comuni oggi non è portato avanti da nessuna forza politica – afferma un attivista – rimane un obiettivo dei movimenti spontanei, neanche il Movimento Cinque Stelle e quello che rimane della sinistra in Italia. Per non parlare del Pd, sono al governo e favoriscono le privatizzazioni”. “Se lo ricordano solo in campagna elettorale, poi sparisce dai programmi”. “Solo la Lista Tsipras è sensibile verso questi temi”, spiega una signora. Quando si chiede l’orientamento di voto alle elezioni europee di domenica 25 Maggio, a parte gli astensionisti, il nome del leader greco è quello più gettonato: “Ci rimane solo lui, è il meno peggio”  di Annalisa Ausilio