Fragola, cioccolato o limone? Che ne dite invece di un gelato al pecorino fiore sardo dop con pere caramellate al miele di Sulla? Non si va sul classico, diciamo, ma è questo il gusto speciale che ha incoronato Fabrizio Fenu come Miglior Maestro Gelatiere d’Italia 2014. Sua maestà il gelatiere dell’anno è sardo di Marrubiu, in provincia di Oristano, ed è il fresco vincitore del Firenze Gelato Festival, l’importante kermesse di riferimento per il settore appena conclusa nei giardini del Palazzo dei Congressi fiorentino.

L’ambita corona di miglior gelatiere d’Italia è arrivata dopo una quattro giorni di sfide tra dieci finalisti arrivati da tutto lo Stivale, che sono stati selezionati durante le tappe del tour itinerante del Festival, cominciato nel 2013, che ha toccato anche Milano, Torino e Roma. A spuntarla nella battaglia a colpi di palette, Fenu, che è gelatiere alla Gelateria Centrale di Marrubiu, aperta dal padre Gesuino nel 1976 e da lui rilevata nel 2008. Oltre al gelato produce semifreddi, mousse e stecchi. Il gusto premiato richiama i sapori tradizionali della Sardegna, dove il pecorino viene addolcito dal miele e rinfrescato dalle pere: tre sapori equilibrati che creano un gelato dalla consistenza cremosa. Ma durante la manifestazione se ne sono viste davvero di tutti i gusti e di tutte le regioni, come il caffè lime con panna alla Cachaca, la crema agrumi Val Tindari o il pistacchio 2.0. Decisamente meglio del fresco dessert al sapore di foie gras, vanto della gelateria Humphry Slocombe di San Francisco, in testa alla classifica dei gusti più assurdi proposti nelle gelaterie americane nel 2013.

Dopo la tappa fiorentina, il tour di Gelato Festival 2014, che intende valorizzare la tradizione italiana del dolce freddo, toccherà altre nove città in Italia e cinque in Europa per concludersi ad Amsterdam il 10 agosto.

www.puntarellarossa.it