Sulla questione degli 80 euro in più per i lavoratori con busta paga – dal prossimo maggio operativa attraverso uno sconto sull’Irpef – Alessia Mosca, deputata democratica in campagna elettorale per le prossime elezioni europee, incontrata in un circolo del Pd della Bergamasca, se la prende con chi definisce “benaltristi”, ovvero coloro per i quali ci vorrebbe ben altro per ridare fiducia alla gente e rilanciare l’economia. “Invece questo è un provvedimento concreto, che le tasche dei cittadini sentiranno” sostiene la Mosca, che però aggiunge: “Certo restano fuori alcune categorie, come le partite Iva e gli incapienti, ma da qualche parte bisognava partire”. Sulla possibilità di ingresso nella maggioranza di Forza Italia di Silvio Berlusconi, così come proposto da Sandro Bondi, Alessia Mosca è diretta: “Chi ci vuole stare ci stia, noi andiamo avanti per la nostra strada”  di Fabio Abati