“Si è allontanato un attimo. Ma dove volete che vada?”. Così la nipote di Marcello Dell’Utri ai microfoni de ilfattoquotidiano.it davanti all’abitazione del padre Alberto nel quartiere più esclusivo di Roma, Parioli. In una intercettazione del novembre scorso Alberto Dell’Utri parlando con il proprietario del ristorante ‘Assunta Madre’ di Roma, Vincenzo Mancuso, dice di “accelerare i tempi” e fa riferimento alla Guinea che “concede facilmente i passaporti diplomatici”. “Mio padre Alberto non c’è e non so se torna e quando – ripete la ragazza – Non so cosa dire, provate a telefonare, ma non posso darvi il numero”. Sulla latitanza dello zio Marcello taglia corto: “Non è latitante. Non so è all’estero, non lo chiedete a me, io non lo sento da un po'”. Alla domande sulle intercettazioni in cui il padre parla della Guinea chiosa: “Mi fanno ridere queste cose, sono tutte stupidaggini. Certo che ritorna, dove va?”  di Annalisa Ausilio e Nello Trocchia