“La legge elettorale è ferma al Senato da tre settimane. Noi ora chiediamo al premier Matteo Renzi se vuole mantenere la parola e approvare l’Italicum prima di Pasqua. Ma se non ha i numeri per farlo, ne tragga le conseguenze”. Così Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia a Montecitorio, commenta le ultime dichiarazioni del ministro delle Riforme e dei Rapporti con il Parlamento, Maria Elena Boschi, che ieri ha dichiarato che il governo ha i voti per l’approvazione delle riforme anche senza Forza Italia. “Non m’importa – spiega Brunetta – cosa pensi la Boschi e se Renzi, che è giovane e un po’ sbruffone, vuole cambiare maggioranza con Sel o con il M5S lo dica ad Alfano e Berlusconi”. E sulle modifiche legate alla riforma del Senato, Brunetta dice ancora: “E’ stata approvata lunedì scorso dal Consiglio dei ministri, ma quella riforma non è stata consegnata agli uffici competenti di Palazzo Madama. Questo vuol dire che non esiste ancora e che ci stanno ancora lavorando, perché è scritta con i piedi“. Il capogruppo di Forza Italiaritiene, anche, che il 10 aprile – giorno nel quale ci sarà la decisione del Tribunale di Milano sull’esecuzione della sentenza per Silvio Berlusconi (arresti domiciliari o affidamento ai servizi sociali) – non modificherà gli accordi tra Renzi e Berlusconi ed infine chiede che venga reso pubblico l’accordo tra Renzi e Denis Verdini sulle riforme: “Così si saprà chi sta barando, basta giochetti ed annunci”  di Manolo Lanaro