“Se nei comuni che andranno al voto non ci sarà un nome condiviso avremo liste e candidati autonomi”. Paola Raia, capogruppo in Consiglio regionale di Forza Campania, la compagine di sette dissidenti in rotta con il Presidente Stefano Caldoro, lo dice a chiare lettere nel giorno della presentazione del simbolo del nuovo gruppo: i ‘cosentiniani‘ vogliono un ruolo nella scelta dei candidati alle prossime Amministrative. E non solo. Il suo collega Pasquale Giacobbe, infatti, sottolinea che i membri di Forza Campania vogliono avere un peso anche nella scelta dei nomi per le Europee “altrimenti invece di confluire in Forza Italia i nostri voti rimarranno bagaglio di questo gruppo di consiglieri regionali”. Nicola Cosentino, presente in sala, preferisce invece ascoltare e evita le domande dei cronisti. Interviene solo per negare di essere il regista di Forza Campania e di volersi candidare alle europee  di Andrea Postiglione