Un settimana fa i giornali stranieri, tra questi il Financial Times, aveva descritto Matteo Renzi come ‘Demolition Man’, tradotto: il rottamatore. Alla luce della staffetta con Letta. Oggi dopo il confronto surreale, e inutile per la formazione del Governo, con Beppe Grillo ci si chiede chi sia il vero ‘Demolion Man’? Il leader del M5S non fa parlare il segretario Pd nei 10 minuti di colloquio per le consultazioni. “Sei un giovane-vecchio – afferma Grillo -, fai parte del vecchio sistema”. La replica di Renzi: “Chi ti ha votato merita di meglio, cambieremo anche per loro”. E sul blog una parte degli attivisti si divide sui toni. Inoltre, domani gli avvocati sfilano a Roma. Così dopo il turno dei commercianti, degli artigiani e dei piccoli e medi imprenditori, anche i liberi professionisti scendono in piazza contro il caro-tasse, contro i contributi previdenziali troppo alti da versare e contro le spese di accesso ai procedimenti che sono diventati troppo onerosi. E poi le ultime sulle vicende che toccano l’Ucraina e il rischio di guerra civile. “Ci vediamo ‘In edicola’: ogni sera le anticipazioni su ilfattoquotidiano.it (riprese e montaggio Samuele Orini e Paolo Dimalio, elaborazione grafica Pierpaolo Balani). Tutte le offerte di abbonamento al Fatto Quotidiano