Rinegoziazione del debito pubblico e mai più politiche di austerità. Questa la ricetta europea del greco Alexis Tsipras, leader del partito di sinistra radicale Syriza e candidato presidente della Commissione Ue. Arrivato a Roma per incontrare la lista italiana che lo sostiene (Lista per Tsipras promossa fra gli altri da Barbara Spinelli e Paolo Flores D’Arcais a cui hanno aderito Rifondazione Comunista e Sel), il politico ellenico ha incontrato i cronisti nella sede della Stampa estera a Roma. “Siamo noi la forza più filoeuropea – ha chiarito il leader di quello che nei sondaggi è al momento il primo partito della Penisola – Sono le politiche delle destre e della socialdemocrazia che aumentano l’euroscetticismo“. Contrario all’uscita dall’euro per Atene, Tsipras ha speso parole anche sul Movimento Cinque Stelle: “La forza di Grillo – ha detto – è quella della critica ma non basta. E’ necessaria una proposta alternativa”   di Annalisa Ausilio