Diceva Don Minzoni: “Che te ne fai delle tue mani pulite, se poi le tieni in tasca?”. Il sindaco de l’Aquila, Massimo Cialente che ha ritirato le dimissioni da primo cittadino (Pd) presentate in seguito all’inchiesta sulle presunte mazzette per gli appalti del dopo-sisma, cosa se ne fa della sua onestà, se poi mostra di essere incompetente? Cialente non ha capito che la città abruzzese è stata distrutta da chi voleva aiutarlo, come Silvio Berlusconi (Forza Italia) che ha costruito le new town e dai suoi amici di giunta  di Antonello Caporale