“Prima delle elezioni europee, comunque il prima possibile” il presidente del Consiglio Enrico Letta si impegna a chiudere “i primi passaggi della riforma costituzionale per eliminare il bicameralismo perfetto e i primi passaggi sulla riforma del Titolo V, l’eliminazione della parola ‘province’ dalla Costituzione e la diminuzione dei parlamentari”. Lo ha annunciato durante la conferenza stampa di fine anno. Il percorso delle riforme va completato nella seconda parte del 2014 per poi essere sancito da un voto popolare: “Un referendum essenziale perché, essendo venuta meno la credibilità delle istituzioni, questa grande riforma ha bisogno del parere dei cittadini”  di Manolo Lanaro