forza-italiaFatevi un giro nel portale del nuovo partito di Silvio B. Sembra uno scherzo, sembra una setta, invece è Forza Italia. Contiene la foto di Silvio, l’appello di Silvio, la telefonata di Silvio. Contiene lo slogan: “Difendiamo con Silvio la costituzione, la libertà, la democrazia”. Poi la citazione di Silvio: “Da vent’anni sono l’unico ostacolo alla definitiva presa del potere da parte della sinistra”. Poi la pubblicità: “S ce n d i in campo anche tu. Dai vita a un club Forza Silvio”. Poi il link:“Forzasilvio.it  ”. Seguono altre foto di Silvio, gli anni di governo di Silvio, i complotti dei magistrati contro Silvio. Poteva mancare la mamma di Silvio con il suo imperativo morale ultraterreno? Eccolo nell’ultimo cartello: “Mia madre mi disse: se senti il dovere di farlo devi trovare il coraggio di farlo”.

È un documento spettacolare: la prova della deriva psichiatrica dell’anziano leader definitivamente imprigionato dal culto di se stesso e dalle proprie bugie a cui si è condannato a credere. Ma è anche la cartella clinica di un intero partito – formato da donne e uomini, avvocati compresi – ridotto a un esercito di automi salariati che mette tutto in conto spese: anche il ridicolo.

il Fatto Quotidiano, 27 Novembre 2013