Ha ucciso il proprietario della casa in cui viveva a colpi di accetta. E’ accaduto a Cisterna di Latina, nel quartiere di Sant’Ilario. L’uomo, affittuario dell’abitazione, ha confessato l’omicidio ed è in stato di fermo. Sul posto la polizia. La vittima aveva 54 anni, era residente ad Aprilia, dove viveva con moglie e figli.

L’uomo, dopo aver colpito a morte il padrone di casa, ha chiamato il 113 e si è costituito. L’omicida è un operaio di 37 anni, originario di Roma e viveva a Cisterna da nove mesi. Ci sarebbero motivi economici alla base della violenta lite. Secondo una prima ricostruzione del commissariato di Cisterna e della Squadra mobile di Latina, intorno alle 8.30 il proprietario è andato nella casa affittata i e ha cominciato a discutere con l’inquilino, probabilmente a causa del pagamento dell’affitto, poi l’operaio ha afferrato un’accetta e ha ucciso l’uomo con diversi colpi sulla testa. Subito dopo ha composto il numero della polizia e ha raccontato tutto, aspettando l’arrivo delle forze dell’ordine per consegnarsi.