Il presidente della Regione Emilia Romagna e commissario alla ricostruzione, Vasco Errani, chiede al presidente del Consiglio Enrico Letta l’estensione a cinque anni dei termini per la restituzione delle somme dovute dalle imprese per tributi, contributi e premi nelle aree colpite dal sisma del 2012 anche in Lombardia e Veneto. In una lettera, sollecita nuovamente alcune modifiche al decreto di concessione dei fondi Inail e dell’estensione dei contributi. “Le imprese della zona – scrive Errani – le associazioni di categoria e le stesse banche segnalano la difficoltà, per non dire l’impossibilità di restituire in soli due anni la quota capitale del prestito concesso per il pagamento di tributi, contributi e premi. Per risolvere tale crisi di liquidità si rende necessaria una norma di legge che consenta la restituzione delle somme dovute nell’arco di cinque anni”.

Errani richiama che per le imprese aveva già evidenziato al presidente Letta, in una precedente lettera il 13 settembre, la necessità di “una modifica del decreto di concessione dei fondi Inail per la sicurezza”, per estendere il beneficio anche agli artigiani e imprenditori senza dipendenti e agli agricoltori. Infine, per il recupero delle abitazioni, chiede “una norma per concedere il contributo pieno ai proprietari di alloggi concessi a uso foresteria e per consentire l’acquisto di alloggi esistenti, al fine di agevolare la delocalizzazione di edifici incongrui e la riqualificazione dei centri storici”.

Solo pochi giorni fa si era tenuta una manifestazione dei terremotati nel Modenese e sotto accusa era finito proprio il presidente Errani.