Prima manifestazione del nuovo anno scolastico per i ragazzi delle scuole milanesi, in vista di quella nazionale a Roma del 19 ottobre. Il corteo partito da piazza Cairoli si è diviso in due parti: uno ha puntato la sede della Provincia e quella della Regione, l’altro (lo ‘spezzone’ autonomo dei collettivi studenteschi) ha percorso le vie del centro. Da questo si è staccato un gruppetto di studenti che è riuscito a entrare nella sede del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti: “Da qui vanno i fondi alle Tav e alle altre grandi opere, mentre noi vogliamo i soldi per la scuola”, dice un manifestante. “Siamo stufi di edifici inagibili o di dover stare in 30 in classe”, lamenta un altro  di Francesca Martelli