“Ci rivolgiamo alla giunta per l’applicazione della legge in questione che è uguale per tutti i cittadini”. Così l’avvocato Salvatore Di Pardo, rappresentante di Ulisse Di Giacomo (primo dei non eletti Pdl in Molise), che nella seduta pubblica davanti alla giunta del Senato ha anche definito “sconcertanti” alcuni passaggi della memoria difensiva del Cavaliere. “La giurisprudenza sulla legge Severino è una giurisprudenza granitica. Il Consiglio di Stato – ha aggiunto Di Pardo – ha chiarito tutto: non è incostituzionale. Non capiamo perché a Berlusconi spetti un trattamento diverso rispetto agli altri cittadini”. La decadenza di Berlusconi – ha concluso Di Pardo – “non è una questione politica, ma di applicazione del diritto”  di Manolo Lanaro e Nello Trocchia