Michele Santoro apre la nuova stagione di “Servizio Pubblico” ospitando in studio Sergio De Gregorio, l’ex senatore Idv che, di fronte ai magistrati, ha ammesso di essere stato corrotto da Silvio Berlusconi per passare dal centrosinistra al centrodestra e per far cadere il governo Prodi nel 2008. L’ex parlamentare racconta anche dell’azione da lui esercitata sul governo di Hong Kong per conto del Cavaliere al fine di “bloccare le inchieste della magistratura italiana sui fondi neri”. Oltre all’ex senatore, presenti in studio anche Maurizio Belpietro, direttore di Libero e Gianni Dragoni del Sole 24 Ore

Michele Santoro: “Siamo stati tutti Dudù almeno un po'”
Michele Santoro inaugura la nuova stagione di “Servizio Pubblico”, raccontando la condanna di Silvio Berlusconi per frode fiscale con un divertente aneddoto che coinvolge il cagnolino di Francesca Pascale. Il giornalista menziona le polemiche sui talk show e rammenta che la legge Severino era stata applaudita dallo stesso Cavaliere e dal Pdl: “Non è un problema di decadenza, ma di coerenza” (GUARDA IL VIDEO)

De Gregorio: “Quando fai politica, devi sporcarti le mani”
Servizio di Luca Bertazzoni che si reca a Marrakech, dove vive Daniele Lorenzano, già consulente Mediaset. L’uomo, che vive nella Medina, il centro storico di Marrakech, e che si occupava della vendita dei diritti delle major a Mediaset, secondo i giudici è uno dei personaggi chiave dell’inchiesta Mediaset. E’ stato condannato a tre anni. Nel filmato, vi è anche l’intervista di Sandro Ruotolo a Sergio De Gregorio, l’ex senatore Idv che ha confessato ai magistrati di aver ricevuto 2 milioni di euro in nero dal Pdl per far cadere il governo Prodi nel 2008. E rivela la richiesta di Berlusconi: “Tu che puoi fare?”. L’ex parlamentare rispose: “Posso tentare, vediamo…”. De Gregorio racconta anche l’azione che esercitò sul governo di Hong Kong per conto del Cavaliere al fine di bloccare le inchieste della magistratura italiana sui fondi neri. E narra come Verdini tentò di convincerlo a ripresentarsi nelle liste del Pdl, ma invano (GUARDA IL VIDEO)

De Gregorio: “Berlusconi era chiamato ‘bugiardo’ da Craxi”
“Berlusconi era chiamato da Craxi ‘il bugiardo'”. Lo rivela Sergio De Gregorio, intervistato in studio da Michele Santoro. “Io sono rimasto incensurato, Berlusconi no” – si difende l’ex senatore – “Nei confronti di Berlusconi non ho ansia di vendetta, né acredine. Ho deciso, per ripulire me stesso e per tornare al calore vero della mia famiglia, di dire la verità” (GUARDA IL VIDEO)

Belpietro vs De Gregorio: “Da solo non avresti fatto cadere niente”
Maurizio Belpietro ricostruisce i fatti relativi alla caduta del governo Prodi. Secondo il giornalista non c’è stata alcuna compravendita perché il governo cadde per un’altra ragione: mancanza di voti. E aggiunge che furono determinanti le inchieste che coinvolsero la moglie di Mastella (GUARDA IL VIDEO)

De Gregorio vs Belpietro: “Bugiardo”
Sergio De Gregorio ricorda la sua lunga militanza in Forza Italia, anche da funzionario, prima di passare nel partito di Di Pietro. Chiede scusa agli elettori dell’Idv, ma sottolinea che Di Pietro lo corteggiò insistentemente perché si candidasse nel suo partito. Si innesca una dura polemica tra l’ex senatore e Maurizio Belpietro, che lo accusa senza mezzi termini di aver voluto pagare la camorra per distribuire un giornale. Il giornalista menziona il suo incontro con lo stesso ex parlamentare, che insieme a Martuscello e a Lavitola nel 1997 voleva fondare un foglio da allegare al Giornale.”Bugiardo”, replica De Gregorio (GUARDA IL VIDEO)

Travaglio: “Berlusconi non nasce evasore. Ma corruttore”
Editoriale di Marco Travaglio, che racconta tutti gli “acquisti” di Berlusconi e le inchieste da lui subite. “E’ un’infame calunnia che Berlusconi sia un frodatore fiscale. Lui non nasce evasore, nasce corruttore” – sottolinea il vicedirettore de “Il Fatto Quotidiano”, che rievoca anche il pagamento di 23 miliardi elargito da Berlusconi a Bettino Craxi prima della legge Mammì. E aggiunge: “Quando non riesce ad assumere o a corrompere i finanzieri, Berlusconi si rivolge a Craxi” (GUARDA IL VIDEO)

Da Napoli a Hong Kong
Sandro Ruotolo precisa con chiarezza i movimenti di denaro verso Hong Kong e tra le richieste di rogatoria si scopre come sia invischiato anche il senatore De Gregorio ed un suo possibile incontro con il console De Pedis nel 2007 (GUARDA IL VIDEO)

De Gregorio: “Ad Hong Kong per caso”
Dopo la ricostruzione di Sandro Ruotolo, il senatore De Gregorio spiega i motivi dei suoi viaggi ad Hong Kong. A suo dire, nella città asiatica è capitato “per caso”. E rivela che il premier di Hong Kong gli fece chiedere di poter incontrare il Papa (GUARDA IL VIDEO)

Pace: “A Los Angeles c’era il dopolavoro dei facchini di Walt Disney”
“La nostra struttura a Los Angeles sembrava il dopolavoro dei facchini di Walt Disney”. Lo rivela Roberto Pace, ex amministratore delegato di Mediatrade, che racconta il meccanismo di vendita dei diritti ad Andrea Casadio. E rivela che alla fine ha dovuto cedere ai voleri di Lorenzoni: non comprare direttamente da Paramount, ma passare attraverso le società di Berlusconi (GUARDA IL VIDEO)

Il gruppo Berlusconi e Frank Agrama
Che ruolo aveva Frank Agrama? Come avveniva la lievitazione dei costi dei diritti tv? Una fonte anonima racconta il meccanismo delle maggiorazioni a Francesca Fagnani (GUARDA IL VIDEO)

Belpietro: “La ricostruzione di De Gregorio non regge”
Nell’ottobre del 2007 Berlusconi riceve una spallata dai suoi alleati Casini e Fini. E nel 2010, quando il Cavaliere rivince le elezioni, i cinesi concedono alcuni incartamenti alla magistratura. Ma tutto questo secondo Maurizio Belpietro, non quadra. Per il direttore di “Libero” la ricostruzione di De Gregorio non regge e sottolinea: “Agrama non era il socio occulto di Berlusconi” (GUARDA IL VIDEO)

Il gioco dei gusci vuoti 
Il docudrama di Servizio Pubblico fa rivivere con attori e testimonianze il sistema di compravendita dei diritti televisivi che ha portato alla condanna di Silvio Berlusconi nel processo Mediaset. Nella prima parte, fra Milano, Los Angeles e Lugano, entrano in scena il potentissimo ex manager di Fininvest Carlo Bernasconi insieme ai vertici dell’azienda, il contabile hollywoodiano Douglas Schwalbe e l’avvocato inglese David Mills (GUARDA I VIDEO)

Travaglio: “Berlusconi: mazzette e tv”
Seconda parte dell’editoriale di Marco Travaglio, che, partendo dalla legge Mammì, riepiloga minuziosamente i provvedimenti adottati da Berlusconi (GUARDA IL VIDEO)

Dragoni: “Tanti modi di fare nero”
Ci sono tanti modi per fare nero ed evadere il fisco. Gianni Dragoni illustra i maggior casi di nero in Italia: da Dolce e Gabbana a Bulgari fino a Mediolanum (GUARDA IL VIDEO)

Le vignette di Vauro: dalla pitonessa a Dudù
La spassosa rassegna degli avvenimenti della settimana raccontata dal vignettista toscano: dalla pitonessa al cagnolino di Francesca Pascale fino alla vittoria di Angela Merkel in Germania e alle grane giudiziarie di Silvio Berlusconi (GUARDA IL VIDEO)