Ilfattoquotidiano.it è il miglior sito internet italiano per il 2013. Lo hanno decretato gli utenti che hanno votato la nostra testata permettendoci di vincere ai “Macchianera Blog Awards“, evento organizzato all’interno della BlogFest. A ritirare il premio, sul palco del Teatro Novelli di Rimini, c’era il direttore Peter Gomez che ha spiegato in chiave ironica le ragioni del successo: “Volevo ringraziare coloro i quali hanno permesso all’Italia di figurare al 57° posto nella classifica sulla libertà di stampa, perché è l’unico motivo per cui il Fatto Quotidiano ha vinto questo premio. Chi lo frequenta sa che scriviamo un sacco di puttanate, ma quando le scriviamo, quando sbagliamo, lo facciamo perché abbiamo lavorato male, perché siamo in pochi, perché non abbiamo approfondito abbastanza e non perché qualche editore ce l’ha ordinato o perché vogliamo compiacere qualcuno”. La categoria “miglior sito” vedeva candidati anche Beppegrillo.ti, Corriere.it, Repubblica.it, Wired, Giallo Zafferano, Fanpage.it, Diecimila blog, Ilmeteo.it e Il Post.

Nel suo intervento, Gomez ha svelato il vero obiettivo della testata che dirige: “In realtà c’è un piano dietro tutto questo. Quando io e alcuni amici abbiamo messo in piedi la nostra piccola azienda editoriale abbiamo pensato di creare un piccolo gruppo multimediale, sperando di andare in televisione, di fondare un partito e io pensavo di diventare presidente del Consiglio per organizzare cene eleganti… Questo premio è il primo passo: Forza Italia!”. A quanti hanno scelto la nostra testata va il grazie della redazione de ilfattoquotidiano.it, della nostra webTv e dei blog. 

Tra gli altri premiati, Papa Francesco come Miglior Personaggio (ha battuto Fiorello, classificatosi al secondo posto), Ansa.it (Miglior sito italiano di informazione), Spinoza (Miglior sito di satira), AlFemminile (Miglior community), Selvaggia Lucarelli (Miss Internet), Azael (Mister Internet), Pinuccio (Rivelazione dell’anno), Musixmatch (Migliore App italiana), Hagakure (Miglior Web Agency), Cicap (Miglior sito Educational), Makkox (Miglior vignettista), I 400 calci (Miglior sito cinematografico), Bastonate (Miglior sito musicale), ItalianSubs (Miglior sito televisivo), Vogue.it (Miglior sito fashion), Radio Deejay (Miglior Radio-Podcast), Il Sole 24 Ore (Miglior sito economico), Ma che davvero? (Miglior sito per genitori e bambini), L’apprendista libraio (Miglior sito letterario), Il Disinformatico (Miglior sito tecnico-divulgativo). Il premio per il miglior articolo (5 buone ragioni per non votare Grillo) è andato a Quitthedoner. Alla Coca Cola il premio come miglior campagna pubblicitaria, mentre Nutella è stata eletta come miglior brand.

I risultati, come è nella tradizione dei Macchianera Internet Awards, sono frutto solo ed esclusivamente dei voti dei navigatori: i votanti sono stati 68.554, per un totale di un milione di singoli voti espressi tra le varie categorie. Un esempio di partecipazione sul Web, per un riconoscimento ambito che premia il meglio della Rete italiana.

Il primo riconoscimento importante per Il Fatto Quotidiano era arrivato già venerdì, con Andrea Scanzi premiato come Miglior giornalista italiano su Twitter ai TweetAwards, i premi dedicati agli amanti del cinguettio.

La premiazione dei MIA 2013 è stato l’evento clou della BlogFest, la tre giorni dedicata a tutto ciò che Internet che si svolge a Rimini e organizzata da Gianluca Neri. Tra panel di discussione, bar camp, showcooking, i riflettori si sono accesi su un mondo in continua espansione, dalle mille potenzialità anche economiche, ma spesso ignorato dalle istituzioni, incapaci di riconoscerne l’importanza. La partecipazione massiccia dei navigatori nella scelta dei vincitori del Macchianera Internet Award è invece la prova (al di là delle testate affermate) che esiste un microcosmo articolato e vitale che vive sul Web e che troppo spesso non trova spazio sui mainstream media.

Ecco la lista di tutti i premiati (riportata dal sito techzilla.it):

Miglior sito tecnico – divulgativo: Disinformatico
Miglior sito educational: Cicap
Miglior sito di viaggi e turismo: Turisti per Caso
Miglior sito politico d’opinione: La Z di Zoro
Miglior sito per genitori e bimbi: MaCheDavvero.it
Miglior sito di economia: Il Sole 24 Ore
Miglior sito fashion: Vogue Italia
Miglior sito letterario: L’Apprendista Libraio
Miglior sito musicale: Bastonate
Miglior sito cinematografico: i 400 Calci
Miglior sito TV: ItalianSubs
Miglior sito di satira: Spinoza.It
Miglior community: Al Femminile
Miglior sito di news: Ansa
Miglior campagna pubblicitaria online: Condividi una CocaCola
Miglior brand: Nutella
Miglior web agency 2013: Hagakure
Miglior pagina Facebook 2013: Feudalesimo e Libertà
Miglior podcast radio: Radio Deejay
Miglior App italiana 2013: MusixMatch
Miglior polemica: Enrico Mentana contro Twitter
Flop dell’anno: il partito Fare per Fermare il Declino
Miglior Battuta: Marco Guernyesterday
Mr Internet: @Azael
Miss Internet: Selvaggia Lucarelli
Miglior disegnatore/fumettista: Makkox
Miglior fake: @Casaleggio
Personaggio rivelazione 2013: Pinuccio
Cattivo più temibile 2013: @AmericanLuiz
Miglior personaggio 2013: Papa Francesco
Miglior sito 2013: Il Fatto Quotidiano
Miglior articolo dell’anno: Quit the doner
Premio alla carriera: Stefano Quintarelli