Erano circa 50 i NoTav che aspettavano il ministro Maurizio Lupi alla Festa Democratica di Torino, ma il servizio d’ordine del Pd, non ha permesso loro di partecipare al dibattito. Esposito, senatore democratico e fervente sostenitore dell’alta velocità, tenta di mettere una coccarda del Pd a Lupi che preferisca donare 20 euro al partito: “Sono per la campagna elettorale di Esposito”. Terminato il siparietto Lupi si scaglia contro “i violenti della Valsusa”. Un attivista cinquantenne, riuscito a superare il servizio di sicurezza gli risponde sventolando una bandiera NoTav, La polizia lo circonda e lo allontana per identificarlo. Ma la serata non si conclude ancora: Lupi tenta una blanda difesa di Silvio Berlusconi in vista del passaggio in giunta per la decadenza. Viene immediatamente interrotto da fischi e urla: “Vergognati, torna a Milano”  di Cosimo Caridi