Sono migliaia, tra agenti di polizia e operai, che da ieri sera stanno lavorando senza sosta in piazza Taksim a Insanbul. Subito dopo lo sgombero degli occupanti del parco di Gezy, si sono messe al lavoro squadre di specialisti per rimuovere le barricate costruite dagli occupanti e per cancellare ogni segno della protesta. Taksim è chiusa, anche al transito. La polizia non lascia libertà di movimento nemmeno ai giornalisti, soprattutto quelli dei media stranieri perché, spiega un agente: “Avete solo mentito e dato una brutta immagine del nostro paese”. Intanto i manifestanti hanno organizzato una nuova protesta per il pomeriggio di domenica. Ci si aspetta un’alta partecipazione, infatti la polizia è schierata in forza non solo in piazza, ma anche in tutte le vie laterali  di Cosimo Caridi