Ufficialmente l’E3 inizierà domani (stanotte con il fuso di Los Angeles), tuttavia Sony e Microsoft hanno già iniziato le danze. I due show di inaugurazione della fiera – chiamarli conferenze stampa sarebbe quantomeno riduttivo – hanno svelato al mondo il futuro di Playstation e Xbox, mostrando come sarà il mondo dell’intrattenimento elettronico da qui ai prossimi cinque anni.

Entrambe le console hanno molti cavalli, al contrario di Nintendo che con Wii U ha scelto un approccio meno aggressivo. Playstation 4 e Xbox One sono macchine tecnicamente all’avanguardia, in grado di gestire i motori grafici più moderni e fornire prestazioni semplicemente impensabili anche solo un anno o due fa. Tuttavia la corsa verso il fotorealismo, ormai prossimo, non è l’unico terreno di sfida per le due aziende. Dopo anni di stagnazione creativa ed economica, sia a Tokio che a Redmond si è tornato a parlare di giochi, con tanti nuovi progetti ed alcune graditissime conferme.

Microsoft, che ha lanciato per prima il guanto di sfida, propone un sistema d’intrattenimento integrato, capace – da solo – di gestire gaming, TV e cinema. Gli appassionati ritroveranno alcune vecchie glorie, come Halo e Forza Motorsport, mentre i nuovi esperimenti, come Quantum Break e Titanfall, cercano di spingere ancora un po’ più in là il confine fra narrazione cinematografica e gioco. Il primo promette di farci vivere un thriller psicologico in cui potremo modificare la realtà, mentre il secondo si ambienta in un futuro post-apocalittico dove l’umanità combatte a bordo di enormi robot. Entrambi i titoli provengono da studi con curricula di tutto rispetto, i finlandesi di Remedy (noti per Max Payne e Alan Wake) e Respawn Entertainment, una start up californiana fondata da Vince Zampella, già ideatore del primo  – storico – Call of Duty.

Sony, dal canto suo, ha rilanciato mostrando finalmente il design finale della Playstation 4 e confermando il grande impegno dei suoi studi interni. I Santa Monica Studios – gli autori di God of War – stanno lavorando su un interessante progetto di ambientazione vittoriana, The Order, uno sparatutto atipico che conta di farci immergere nelle atmosfere di H. G Welles e Dickens, mentre Killzone: The Fall, già mostrato durante l’evento stampa di qualche mese fa, si conferma come un titolo da tenere d’occhio per gli amanti della fantascienza più spinta. Anche le terze parti non hanno fatto mancare il loro contributo: Watch_Dogs, protagonista un hacker in lotta contro un governo un po’ troppo invadente, si è svelato in una demo molto interessante, mentre Destiny, il nuovo gioco di Bungie (già dietro all’enorme successo di Halo), potrebbe diventare la space opera più rappresentativa di questo inizio generazione.

Passando alle questioni economiche, Playstation 4 e Xbox One saranno disponibili in America ed Europa prima della fine del 2013 (probabilmente intorno a fine novembre, in tempo per la holiday season d’oltreoceano) e costeranno rispettivamente 399 e 499 euro. Il prezzo proposto da Sony ha lasciato tutti abbastanza sgomenti e segnala una strategia di attacco del mercato piuttosto aggressiva. L’azienda giapponese, insomma, non vuole ripetere l’errore di Playstation 3 che, dopo tre anni piuttosto difficili, solo a fine ciclo è riuscita a diventare un’investimento redditizio.

A cura di Nicolò Carboni

BadGames.it – Il Nuovo Gusto dei Videogiochi