Silenzio, si suona. Il quadriportico più contestato e amato di Bologna torna in forma smagliante per l’estate 2013 cercando di rimanere, prima di ogni altra cosa, entro i decibel giusti. Bolognetti Rocks, dal 6 giugno al 3 agosto, tutti i giorni tranne la domenica dalle 19.30 in avanti, torna ad essere il salotto estivo della città con concerti di ospiti stranieri come Deerhunter, Glen Hansard, Johnny Marr, Pere Ubu; e italiani come Nada, Tre Allegri Ragazzi Morti, Offlaga Disco Pax, Thony, His Clancyness, Umberto Maria Giardini e Appino.

Come nella scorsa edizione i live saranno ad ingresso “Up to you”, cioè ad offerta libera, ad eccezione dei quattro appuntamenti più importanti (Deerhunter, Marr, Hansard, Black Rebel Motorcycle Club) con prezzi che varieranno dai 15 ai 20 euro.

Si inizia il 6 giugno con il party d’inaugurazione che vedrà i migliori dj del Covo Club all’opera, come del resto accadrà ogni sera prima e dopo le performance dal vivo. Il 7 giugno sarà il turno della new wave degli Offlaga Disco Pax, felice ritorno a Bologna del trio reggiano Max Collini, Daniele Carretti, Enrico Fontanelli con l’album Gioco di società.

L’8 giugno il primo dei quattro appuntamenti dell’iniziativa Kids Stage con un concerto realizzato ad hoc di sabato pomeriggio per i giovanissimi da importanti nomi della musica indipendente italiana: Paolo Benvegnù è il primo, poi il 15 giugno Beatrice Antolini, infine i siciliani Pan del Diavolo il 22 giugno e Colapesce il 29 giugno con live anche serale.

Il 18 giugno sul roccioso palco del Bolognetti arriva Thony, una delle migliori folk singers italiane in circolazione: la cantautrice lanciata da Paolo Virzì come protagonista del film Tutti i santi giorni, che presenterà l’album d’esordio Birds.

Il 19 e 20 giugno due imperdibili appuntamenti a stelle e strisce: i Pere Ubu, la band di David Thomas, cardine della new wave americana, con il ballabile Lady from Shangai; The fresh and onlys, da San Francisco il quartetto di Tim Cohen esponente del miglior garage contemporaneo.

Deerhunter, la band noise, postpunk guidata da Bradford Cox sarà a Bologna il 26 giugno con il recente capolavoro Monomania; mentre il 27 sarà il turno dell’evergreen Nada: l’artista livornese ripercorrerà decine di brani della sua lunga carriera iniziata nel 1969 con Che freddo fa.

Poi ancora in luglio: Johnny Marr il 2, Glen Hansard il 7 (Hansard era il “rosso”, chitarrista in The Commitments di Alan Parker), il raffinato Tom Tom Club costola dei Talking Heads il 10, il prepotente rock dei Black Rebel Motorcycle Club il 16.

Per ogni informazione: www.covoclub.it