Francesco Nitto Palma incontra a Roma la stampa dopo la sua elezione a presidente della Commissione Giustizia di Palazzo Madama: “Le priorità – dice – sono la limitazione dell’uso dell’intercettazioni e l’emergenza carceraria, come già ho affermato nel 2011 dal presidente della Repubblica Napolitano e su cui tutti i partiti si sono detti d’accordo”. Ma il senatore del Pdl non chiarisce se stia facendo riferimento all’indulto. Poi il neo presidente della Commissione Giustizia attacca il senatore del Pd, Corradino Mineo, che ieri definito “indecente” la sua nomina. “Sono stanco delle accuse – dice Nitto Palma – mi spieghino perché sono una persona divisiva e spero che il presidente Berlusconi non parli mai con lui. Io comunque non ho paura di niente e di nessuno”  di Manolo Lanaro