“Dobbiamo impegnarci con chiarezza e coraggio affinché ogni persona, specialmente i bambini, che sono tra le categorie più vulnerabili, sia sempre difesa e tutelata”. Il pensiero di Papa Francesco, nella giornata nazionale dei bambini vittime di violenza, va proprio ai bambini vittime di abusi. 

Proprio questa celebrazione offre al pontefice “l’occasione per rivolgere il pensiero a quanti hanno sofferto e soffrono a causa di abusi“. Dal sagrato della Basilica Vaticana il Papa ha inviato un “saluto speciale” all’Associazione Meter, impegnata nella lotta alla pedofilia. Il Papa ha rivolto poi un incoraggiamento “anche i malati di ipertensione polmonare e i loro familiari”.

Bergoglio ha colto anche l’occasione per mandare i suoi auguri alle Chiese d’Oriente, che “celebrano la festa di Pasqua”. “Desidero inviare a questi fratelli e sorelle uno speciale saluto – ha detto Francesco – unendomi di tutto cuore a loro nel proclamare il lieto annuncio: Cristo è risorto!”. Al termine della messa celebrata per le Confraternite il pontefice ha po benedetto i presenti. “Raccolti in preghiera intorno a Maria, invochiamo da Dio il dono dello Spirito Santo, il Paraclito – ha aggiunto Papa Francesco – perchè consoli e conforti tutti i cristiani, specialmente quanti celebrano la Pasqua tra prove e sofferenze, e li guidi sulla via della riconciliazione e della pace”.