E se il Movimento 5 Stelle vincesse le elezioni? ”Non lo so, se dovesse succedere sto botto saremmo anche un po’ in difficoltà, dovremmo organizzarci e scegliere le persone in fretta”. Lo ha ammesso Beppe Grillo ai microfoni di Radio Montecarlo. E a chi gli chiede se ipotizzi dei “tradimenti” una volta entrato in Parlamento risponde: ”Qualche Scilipoti ce l’avremo anche noi, ce li stanno già portando via gli altri movimenti a cui siamo grati”.

Beppe Grillo si fa dunque intervistare da Radio Montecarlo e da Radio 105 dopo aver annunciato, un po’ a sorpresa, che domenica 17 febbraio sarà ospite a Skytg24. Il leader di M5s ha esposto alcuni punti del suo programma: ”Voglio ridiscutere tutti i trattati. Siamo già entrati nell’euro senza essere considerati, adesso voglio fare un ‘piano b’ di sopravvivenza e voglio fare un referendum sull’euro“. “Noi – ha dichiarato – abbiamo miliardi di interessi che aumentano ogni anno. La spending review non dà posti di lavoro, va inventata l’economia. Monti è stato messo lì dalla Merkel per contrastare il Movimento 5 Stelle, ma lo vedi che non è adatto: fa comunicazione ancora col cagnolino!”.

Per quanto riguarda l’indicazione del nuovo capo dello Stato “si farà una votazione online tra tutti e decideremo chi sarà il nostro Presidente della Repubblica“. Grillo ha detto che lo stesso discorso varrà anche per l’indicazione del premier. “Non ho un’idea –  ha precisato –  Ma non decido io. Gli altri partiti svendono qualsiasi idea e anche la Costituzione. Non c’è premierato in Italia, ogni decisione la prenderemo coinvolgendo la rete e lo faremo insieme”. E su eventuali alleanze post-voto annuncia che non ci saranno perché “noi saremo l’ago della bilancia. Come in Sicilia. Sono loro che seguiranno noi e noi seguiremo le nostre idee”.