Una Lombardia verde su sfondo bianco, è quella scelta dal candidato del centrosinistra Umberto Ambrosoli come simbolo della sua lista civica. Mentre sale la tensione tra gli altri due candidati, Roberto Maroni e Gabriele Albertini. Quest’ultimo può contare sul sostegno di Mario Monti: ”No ho bisogno di tutori, né disupporter – replica Ambrosoli – Io non mi rivolgo a sigle o schieramenti, parlo alle persone e alle persone facciamo la nostra proposta di rigenerazione politica”. La candidata capolista in provincia di Milano sarà l’assessore alla Casa del capoluogo lombardo, Lucia Castellano. Tra i criteri che hanno portato alla scelta dei candidati consiglieri soprattutto l’estraneità al mondo dei partiti. A Bergamo sarà capolista l’ex sindaco ‘civico’ del capoluogo di provincia Roberto Bruni, a Brescia l’ex segretario generale della Cisl cittadina Renato Zaltieri, a Como il docente di architettura del Politecnico di Milano e consulente Unesco Darko Pandakovic. Guiderà la lista della provincia di Lecco il giornalista Marco Deriu, mentre per Mantova è stato scelto il preside della facoltà di economia dell’Universita di Brescia Carlo Marco Belfanti. Capolista in provincia di Monza-Brianza Valentina Morelli, professionista nel settore della comunicazione, a Pavia la dottoressa di ricerca in Procedura penale Giulia Cometti e a Varese l’architetto Andrea Calori di Francesca Martelli