Un aereo passeggeri di una linea aerea russa è finito fuori pista all’aeroporto di Mosca ed ha preso fuoco. Il velivolo, un Tupolev Tu-204, era in fase di atterraggio secondo le prime informazioni rese note dal ministero degli Interni russo. Secondo le autorità ci sono quattro morti. Il Tupolev  in fiamme ha travolto le protezioni ed è finito sull’autostrada che corre accanto allo scalo. La cause dell’incidente, ha riferito il ministero dell’Interno, non sono ancora chiare. 

Due delle vittime, stando a quanto riferito da fonti presenti sul luogo dell’incidente, indossavano le uniformi da pilota, mentre una terza persona, una donna di 27 anni, è deceduta in ospedale. L’aereo della compagnia russa Red Wings “si è spezzato in tre tronconi dopo avere effettuato un difficile atterraggio d’emergenza” ha spiegato la portavoce dello scalo Yelena Krylova. A bordo dell’aereo, proveniente dalla Repubblica Ceca, viaggiavano otto passeggeri e quattro membri dell’equipaggio. L’incendio, scoppiato dopo il violento impatto, è stato estinto.

L’aereo è atterrato su una strada di Mosca, che nel frattempo è stata chiusa al traffico. Cinque persone portate fuori dall’aereo sono in condizioni gravi. L’aereo in servizio per la compagnia low cost russa Red Wings è stato costretto a effettuare un atterraggio di emergenza. Tutti i voli diretti all’aeroporto Vnukovo sono stati dirottati sul Sheremetyevo.