Il segretario della Lega Nord Roberto Maroni, candidato  alla guida della regione Lombardia, mercoledì sera ha incontrato i componenti della lista civica “Maroni Presidente” che lo sosterrà nella competizione elettorale accanto alla lista di partito. Un incontro in un lussuoso albergo del centro di Milano, affiancato ad un momento di commemorazione per il ventennale della morte di Gianni Brera, a cui hanno preso parte volti noti e meno noti del mondo dello sport e non solo. In molti hanno varcato la soglia del “Grand Hotel et de Milan”, tra i tanti anche il giornalista Guido Bagatta, il presidente del Varese Calcio Antonio Rosati e il politologo Stefano Bruno Galli, docente all’Università Statale dei Milano. Maroni ha fatto solo due nomi, quello della sciatrice Lara Magoni e quello del canoista Antonio Rossi. Atleti che, a detta del leader del Carroccio, potranno portare in regione i valori dello sport. Sull’alleanza con il Pdl Roberto Maroni ha confermato il termine di domani per la decisione definitiva. A fargli eco il segretario lombardo della Lega, Matteo Salvini, che ha mostrato una certa chiusura nei confronti del partito del Cavaliere: “Il candidato è Maroni, la lista Lega c’è, la lista Maroni Presidente anche, se qualcuno si aggiunge in corso d’opera bene, ma penso che il tempo sia scaduto” di Alessandro Madron