Se Antonio Ingroia si candida non è una buona notizia. Il suo impegno non è in discussione. Così come non si deve commentare il valore, la forza, la storia, il coraggio, la ricerca della verità, gli onori e il lavoro dell’ex pm di Palermo. A questo punto bisogna solo chiedersi quali sia l’oppurtunità di scendere in politica per Ingroia.  E’ conveniente o utile avere un magistrato in politica? Conviene agli italiani? E alla Magistratura? La forza di Ingroia rischia di sminuirsi e cadere negli antichi odi e pregiudizi. A ‘Presa di posizione’, l’analisi di Antonello Caporale, firma de Il Fatto Quotidiano (riprese e montaggio Paolo Dimalio, Samuele Orini, elaborazione grafica Pierpaolo Balani)