“Per me è una doppia soddisfazione: la prima è l’aver creduto fortemente e voluto testardamente le primarie aperte. La seconda per il successo inaspettato in queste proporzioni. anche se sono sempre stato tranquillo“. Sono le parole pronunciate dal nuovo candidato premier per il centrosinistra, Pierluigi Bersani, dopo la vittoria al ballottaggio delle primarie contro Matteo Renzi. Al cinema Capranica, a Roma, il leader del Pd festeggia coi suoi sostenitori festanti, ringrazia Vendola, Tabacci e la Puppato. E sul suo avversario dichiara: “Voglio ringraziare Matteo Renzi per la telefonata che mi ha fatto e per le parole affettuose che ho ricevuto. A lui” – continua – “riconosco una presenza forte e fresca nelle primarie, ha dato un contributo grande per dare senso alle primarie e farle vivere in modo vero”. Bersani afferma che come premier del centrosinistra, non racconterà favole all’Italia: “Siamo cresciuti come schieramento democratico e schieramento progressista il nostro è un certo modo di intendere il mondo, l’idea che nessuno si salva da solo”. E sottolinea: “Avremo un avversario, bisogna saperlo che c’è la destra. Dobbiamo vincere, ma non si può vincere a qualsiasi prezzo, raccontando favole perchè poi non si governa. Siccome la mamma della demagogia e del populismo è sempre incinta, noi dobbiamo prendere un’altra via “. Ribadisce che tra qualche giorno inizierà per il centrosinistra “la battaglia vera”, che dovrà essere affrontata coralmente. “Qui non c’è un uomo solo al comando, si governa con il popolo“, asserisce Bersani  di Tommaso Rodano