Un forte terremoto ha colpito il Myanmar. Alle 7.42 del mattino (circa le 3 di notte in Italia) il paese asiatico era stato colpito da una scossa di magnitudo 6.8 e, nell’arco di 20 minuti, da altre di magnitudo 5, che avevano causato la morte di 13 persone e il ferimento di almeno 40.

L’epicentro è stato localizzato a 116 chilometri a nord di Mandalay e a una profondità di 10 chilometri, secondo quanto ha riferito l’Istituto geologico degli Stati Uniti. I residenti parlano di una scossa molto violenta: “Non ho mai sentito un terremoto così forte. C’è stato un grosso boato e la luce è andata via, ma non ho idea se ci siano stati danni”, afferma un testimone. La scossa è stata sentita anche a Bangkok, capitale della vicina Thailandia. Alcune ore dopo, c’è stata una nuova scossa di 5.8 gradi della scala Richter.