A Fiuggi va in scena il congresso giovanile del Movimento di responsabilità nazionale. “Sono venuti perché attratti dal mio programma”, dice il responsabile. E forse anche dal clamoroso salto della quaglia del dicembre 2010, quando con un manipolo di parlamentari abbandonò l’Idv e si mise a fare da stampella a Berlusconi. “Scelta di coerenza umana e politica”, affermano gli scilipotini  di Lorenzo De Cicco