L’esercito degli aspiranti giornalisti professionisti è nutrito. Alla prova scritta, svoltasi all’hotel Ergife a Roma, se ne sono presentati oltre 500, ma ogni anno sono circa 1.000 i praticanti che sostengono l’esame. Per partecipare il costo medio si aggira intorno agli 800 euro, contando iscrizione e corso di formazione. Nel caso si superi lo scritto, bisogna sostenere l’esame orale. Ma poi il vero ostacolo da superare è quello della professione: il precariato è una costante. Si tratta, infatti, di un viaggio tra giornalisti a tempo determinato e cronisti pagati a pezzo. “Io – racconta a ilfattoquotidiano.it un praticante – collaboro con un giornale e guadagno meno di dieci euro a pezzo”. Altri, per riuscire ad arrivare all’esame, si iscrivono alle scuole di giornalismo. “Io – spiega un’altra ragazza – ho pagato 12 mila euro per fare il praticantato in una scuola”  di Nello Trocchia