Contestazioni e fischi nei confronti del leader della Cisl, Raffaele Bonanni. Un gruppo di esodati che stava manifestando davanti alla Camera dei deputati dopo lo scontro Governo-Parlamento sul disegno di Legge proposto da Cesare Damiano (Pd) ha urlato a Bonanni di “aver firmato le cose peggiori sui metalmeccanici della Fiat“, il sindacalista ha cercato di stemperare la polemica chiedendogli “di non fare politica”. Intanto durante il presidio dei sindacati a Montecitorio a difesa degli esodati, Susanna Camusso leader della Cgil ha spiegato che “se non ci saranno risposte su reddito e lavoro nella legge di stabilità, andremo avanti con la mobilitazione fino allo sciopero generale”  di Manolo Lanaro