Un ordigno è esploso ieri notte in una sede di Equitalia a Verona. La deflagrazione è avvenuta intorno alle 3 e mezza. Non ci sono stati danni a persone. Sul posto le forze dell’ordine stanno eseguendo tutti i rilievi del caso. All’interno dell’edificio, lontano dal centro, è stato trovato poi un secondo ordigno inesploso. Lo stabile non ha subito danni gravi. 

Nel maggio scorso in molte parti d’Italia gli uffici della società, che riscuote i tributi e invia le odiate cartelle esattoriali, erano stati bersagli di attentati e violenze. Una esclation continua che aveva spinto lo stesso presidente del Consiglio, Mario Monti, ad andare in visita nella sede centrale per esprimere la solidarietà di tutto il governo ai lavoratori e dipendenti. Con il passare delle settimane non erano stati registrati episodi di violenza o aggressioni.