Suocera-nuora, un binomio spesso esplosivo. Anche la natura lo sa ed ecco perché manda in menopausa le donne più avanti con gli anni: per impedire la concorrenza tra madri e figlie acquisite e per permettere alle nonne di dedicarsi ai nipoti. E’ la teoria che nasce da uno studio dell’Università di Sheffield (Gran Bretagna) e della Turku University (Finlandia), secondo cui quando una donna ha un bambino nel corso della vita e al tempo stesso anche sua nuora, entrambi i neonati hanno ben il 50% in meno di probabilità di sopravvivere fino all’età adulta.

Fino a oggi sono state avanzate diverse teorie sull’evoluzione della menopausa negli esseri umani, compresa l’idea che essa sia un modo per proteggere le donne anziane dal pericolo di morire durante la gravidanza o il parto. I ricercatori, che hanno tentato di trovare una nuova spiegazione al fatto che le donne smettono di riprodursi così presto nella vita a differenza di molti altri animali, avanzano la loro ipotesi a seguito di un’analisi dei dati su nascite e morti relativi a un’arco temporale di 200 anni, dal 1700 al 1900. I risultati rivelano che le donne hanno più nipoti se la loro fertilità scema intorno all’età di 50 anni. Inoltre, se suocera e nuora danno contemporaneamente alla luce un figlio, il bimbo corre più rischi di morire prima di raggiungere l’età di 15 anni. Tuttavia, questa associazione non avviene nel caso in cui siano madre e figlia ad avere un bebè nello stesso momento.