Oggi è la giornata dell’inaugurazione ufficiale, ma a Londra 2012 è già stato segnato il primo record mondiale. A stabilirlo è stato il 26enne sudcoreano Im Dong-hyun, nella disciplina di tiro con l’arco individuale, che ha superato il suo stesso primato, con il punteggio di 699 punti su 72 frecce. Il punteggio massimo, detenuto sempre dell’arciere di Seul è stato stabilito lo scorso maggio in Turchia (696 punti). Sempre grazie a Dong-hyun la Sud Corea ha ottenuto un altro record mondiale, nel tiro con l’arco a squadre, dove con i compagni Kim Bub-min e Oh Jin-hyekl, ha ottenuto 2mila e 87 punti, 18 in più di quello precedente.

A rendere ancora più strabilianti i risultati sportivi di Dong-hyun è la sua menomazione fisica: il 26enne, infatti, viene soprannominato in patria “l’arciere cieco” in quanto ha 2 decimi nell’occhio destro e 1 in quello sinistro. Nonostante la sua vista molto sfocata, da lontano riesce a riconoscere cose e persone, meno i colori. Le sue armi nascoste sono l’udito finissimo ma sopratutto la sua sensibilità, grazie alla quale dice di essere in grado di centrare il bersaglio non tanto vedendolo, ma percependolo. Ha già collezionato due ori olimpici nella disciplina a squadre (Atene 2004 e Pechino 2008), ma fino ad oggi non era mai riuscito a primeggiare nella gara individuale. E’ stato per quattro volte campione del mondo e altre quattro migliore dell’Asia.