E’ una piazza Trilussa silenziosa e amareggiata, quella che questa sera ha riflettuto a pochi ore dalla sentenza sul G8 di Genova. “Ingiustizia è fatta”, ci dice una ragazza. “A questo punto ci hanno spiegato che è meno grave un omicidio che il reato di devastazione e saccheggio” dice uno dei ragazzi presenti in Piazza. “La cosa preoccupante è che la Cassazione si è espressa su un reato introdotto nel periodo fascista e questo processo farà giurisprudenza”. “E’ una vendetta”. Poi un piccolo corteo si è mosso da Piazza Trilussa per le vie di Trastevere, nel cuore di Roma  di Manolo Lanaro