Il triumviro si limita a rispondere indirettamente, prendendo la questione alla larga. Ha parlato dei congressi che vedranno impegnata la Lega Nord nel mese di giugno (prima i nazionali in Lombardia e Veneto) poi l’atteso congresso federale che sancirà il passaggio ufficiale di consegne da Umberto Bossi al suo successore. A meno di clamorosi sviluppi dovrebbe essere proprio Maroni a prendere in mano le redini del partito, ma lui stesso ieri ha dichiarato che “chiunque può presentare la propria candidatura al congresso, saranno i delegati a scegliere”  di Alessandro Madron