Qualche momento di tensione al Salone del Libro di Torino, durante la presentazione del libro “Tav sì” a firma del parlamentare Pd Stefano Esposito e Paolo Foietta. In una sala gremita più di poliziotti che di lettori, il Pd ha rivendicato la sua distanza dal movimento No Tav e da quei partiti che sostengono le loro ragioni. “Chi attacca Caselli e chiede che chi sta in carcere venga liberato, non può stare con noi”, sostiene Esposito di Cosimo Caridi ed Elena Ciccarello