Emma Marcegaglia esprime “forte delusione” per le modifiche alla riforma del lavoro: “Molte imprese non rinnoveranno i contratti per paura di contenziosi”. La presidente di Confindustria critica la possibilità di reintegro per i licenziamenti economici illegittimi: “torna così l’incertezza affidata ai giudici”. Marcegaglia lamenta poi “il forte irrigidimento per la flessibilità in entrata, norme molto restrittive su partite Iva e contratti a progetto. Qualora l’azienda trasgredisse, il lavoro diventerebbe automaticamente subordinato” di Manolo Lanaro