Apple sta vivendo la sua età dell’oro. Con 37 milioni di iPhone e oltre 15 milioni di iPad2 venduti, l’azienda fondata da Steve Jobs ha messo a segno un trimestre da record: 46,3 miliardi di dollari di fatturato con un utile netto di 13,06 miliardi. Numeri che catapultano Apple nell’olimpo delle aziende più quotate di sempre. L’ultimo trimestre 2011 di Apple rappresenta, infatti, il quarto miglior risultato in termini di ricavi trimestrali nella storia del pianeta. A questi livelli si muovono solo i giganti di petrolio e gas come Gazprom, Exxon e Shell.

Se il fenomeno iPhone (+128% rispetto all’anno precedente) non stupisce più di tanto, quello di iPad è invece impressionante e registra un aumento del 111%. L’unico dato in calo è quello della vendita di iPod, di cui sono stati venduti “solo” 15,4 milioni di esemplari, con un calo del 21% rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente.

Se le vendite di iPad volano, i concorrenti non stanno a guardare. Tutto il settore dei tablet, infatti, è in netta crescita. Secondo uno studio del Pew Research Center, il numero di cittadini americani che possiedono un tablet è pressoché raddoppiato nel giro di meno di un mese, passando dal 10% appena prima di natale al 19% registrato nei primi giorni di gennaio 2012. Stesso livello di crescita per gli e-reader, trainati dall’uscita sul mercato del nuovo Kindlea basso costo di Amazon.

Proprio Amazon rappresenta, in prospettiva, il più temibile concorrente per Apple. Il suo Kindle Fire guida la riscossa dei tablet basati su sistema Android che, stando ai numeri, hanno per lo meno mantenuto la loro quota di mercato e puntano ad aumentarla con la nuova versione del sistema operativo Ice Cream Sandwich. Con queste premesse, il 2012 si annuncia come il vero “anno dei tablet”. Soprattutto se i rumors riguardanti l’imminente uscita di iPad 3 dovessero essere confermati.