Niente sembra turbare il sonno del padrone. Dopo le fatiche del governo e dei processi, Silvio Berlusconi si gode il meritato riposo. Finché il prode Bondi non sfida la sua collera per informarlo di un grave pericolo che incombe su quello che fu il suo regno: un manipolo di deputati vuole incarcerare Cosentino. Non sia mai, il Cavaliere torna in sella, e con un’idea geniale risolve la situazione…

Leggi la striscia completa di Stefano Disegni