Il commissario agli affari economici e monetari, Olli Rehn, in conferenza stampa a Rona dichiara che l’incontro con il Presidente del Consiglio, Mario Monti, è stato lungo e positivo. “Le sfide che attendono l’Italia sono drammatiche, ma il Paese ha le carte per superare la crisi”. Fondamentali solidi e settore privato dinamico sono fattori su cui puntare. Il Programma del governo Monti è apprezzato in Europa e gode di ampio appoggio parlamentare. Crescita economica ed occupazionale oltre al pareggio di bilancio, questi devono essere gli obiettivi dell’azione del governo italiano. Inoltre, il commissario Rehn sottolinea che “l’Italia ha bisogno dell’Europa quanto l’Europa ha bisogno dell’Italia”. Il pacchetto di misure: liberalizzazione delle professioni, la riforma della giustizia e la mobilità dei dipendenti pubblici, questi i punti del piano Monti, svelati da Rehn, che si sofferma anche sulla preoccupazione dello spread, che dalla periferia dell’Europa è arrivata a contagiare il cuore del continente. Il commissario europeo agli affari monetari si sofferma anche sull’azione del governo Berlusconi che “si è occupato troppo poco delle riforme strutturali”. L’Italia – dice Rehn –  deve concentrarsi positivamente sulla crescita dell’occupazione giovanile e conclude rispondendo ad una domanda del Fatto quotidiano: “L’Euro non crollerà”.
Video di Manolo Lanaro