Anche se la location alla fine è cambiata, il messaggio rimane lo stesso: “fare la festa” a Silvio Berlusconi in occasione del suo 75esimo compleanno. Un party a dir poco sarcastico. Come recita l’avviso sulla pagina Facebook dedicata all’iniziativa, l’invito rivolto a tutti gli internauti è di “portare un pensierino per il nostro amato premier. Chissà se tanti pensieri messi insieme non lo convincano a farci il regalo più grande: le dimissioni”. E lo slogan che accompagna l’evento di giovedì 29 settembre è ancora più perentorio: “Chi non viene se lo tiene”.

L’appuntamento inizialmente era sotto la statua di Maurizio Cattelan che troneggia davanti alla Borsa di Milano con l’idea di appoggiare i vari presenti sotto il gigantesco dito medio come fosse un albero di Natale. Ma, come fanno sapere gli organizzatori, la festa è stata spostata dalla Questura in largo Cairoli (sempre a Milano) per “motivi di ordine pubblico”.

“Poco male – avverte l’amministratore della pagina – Non avremo più il dito medio di Cattelan a darci una mano, ma useremo i nostri”.

L’iniziativa è appena partita, ma sul social network gli internauti si stanno già scervellando su quale sia il regalo più appropriato per il Cavaliere. Tita sta pensando a un sacchetto di biancheria intima vecchia, mentre Flavio propone uno striscione con appuntate le ultime frasi storiche del Cavaliere: dalla Merkel “culona inchiavabile”, ai consiglio di rimanere all’estero rivolto a Lavitola, fino alla storica frase “c’era la fila fuori dalla mia porta, ma me ne sono fatte solo otto”. Laura invece porterà in dono al presidente “una brutta imitazione di una barbie”.

L’iniziativa, è scritto sulla bacheca, avrà il sapore di una festa con “il sorriso sulle labbra, ma una rabbia da bufali nelle vene”. Come scrive Eleonora, al contrario dei bunga bunga, “il bello è che chi viene a questa festa non è stato pagato, ma perché è una cosa che parte davvero dal cuore”.