Il direttore dell’ ‘Avanti!’ Valter Lavitola, coinvolto nel caso di estorsione al premier Silvio Berlusconi, è stato cancellato dall’elenco professionisti dell’ordine dei giornalisti del Lazio. Lo rende noto lo stesso ordine in una nota.

“A norma dell’articolo 39 della legge n.69 del 1963 – si legge – il giornalista Valter Lavitola è stato cancellato dall’albo, elenco professionisti. Il Lavitola è stato raggiunto da un ordine di arresto da parte della magistratura e per questa ragione, visto appunto l’articolo 39, il Consiglio ha preso la decisione di cui sopra. Il suddetto articolo, al secondo capoverso, recita testualmente: ‘ove sia emesso ordine o mandato di cattura gli effetti dell’iscrizione sono sospesi di diritto fino alla revoca del mandato o dell’ordine”.